F…FU…FUN…FUNZ….FUNZI…FUNZION…. FUNZIONA????

2 Ottobre 2008 4 commenti


Cioè… scusate… è solo una prova… non mi state mica dicendo che per caso il nostro blog funziona????????????????????????

Il mio Napoli

5 Giugno 2007 83 commenti


Partenza da Otranto alle 7,36… in auto si macinavano kilometri, il med è stato bello, non voglio trascurarlo, 3 giorni di serenità, ma senza le mie zucc… : ( in ogni caso il mio obiettivo era un altro: Stadio San Paolo Napoli – Lecce.
Clima da grandi occasioni… arrivo allo stadio e c’è una fila kilometrica ai tornelli, salto la fila e mi metto davanti, guardo dei ragazzi e dico con l’aria più innocente che potevo sfoderare in quel momento: “Mi sono persa” Loro inteneriti mi fanno infilare e tempo 10 secondi sto già correndo per le scale a prendere i posti!!
Arriva Luca immancabile pilastro delle partite in casa e combattiamo insieme per difendere i posti presi… allo stadio c’è un’atmosfera fantastica, euforia, affetto, gioia e speranza!
Arriva Lorenzo… non ha un ruolo ben definito quindi decidiamo che è l’hostess!
Arrivano Alberto e Giampaolo, Alberto il ruolo ce l’ha… radiolina nelle orecchie… a lui la responsabilità di informarci sui risultati di tutti glia altri campi!
Giampaolo è la seconda hostess!!! Ma poi si scopre fondamentale perchè sostituisce la batteria del cellulare di ALberto con la sua e quindi le telecronache possono continuare!!!
Apoteosi all’arrivo di Gianmarco ‘o presidente e Lucio… Gianmarco addetto al vettovagliamento è fantastico!! Si distribuiscono per tutti pezzi di frittata di maccheroni, panini con parmigiana di melanzane, panini con zucchine alla scapece, panini bresaola e rughetta… non vi dico quanto ci siamo arrecreati!!
Subentra Lucio in appoggio con fiasco di vino rosso da 3 litri e si drinKa a volontà!!
E sul finale tronky e kinder mandatici da Margot la bimba di Lucio!!!
Lasciamo stare il post… in Napoli ha fatto quello che doveva battendo il Lecce, ma i risultati degli altri campi sono stati beffardi…
Però volevo solo che voi, riviveste un po’ la spelndida atmosfera respirata da noi domenica al San Paolo…
Nostalgia e felicità… belli tiemp e na vota!!! ; )
Forza ragazzi i cuori di una città sono legati a voi!
Grazie ai 7 di domenica al San Paolo e allo spirito di gruppo bellissimo creatosi…

Buon Compelanno Carogna e Blog!!!

28 Maggio 2007 12 commenti


Eccoci qua… il nostro blog compie 1 anno! Che bello… l’anno scorso l’idea nacque proprio dopo un fine settimana romano e il blog aprì alla grande in occasione del compleanno di carogna, membro fondamentale delle fureste, della nostra vita e ovviamente del blog!
Dopo 1 anno siamo qui felici dei risultati ottenuti, dei rapporti creati, dei sorrisi ricevuti e dell’affetto che inonda noi e chi ci è attorno!
Auguri a Carogna mia e al nostro blog!

La mia Madrid dalla finestra….

30 Aprile 2007 51 commenti


Mi guardavo intorno? mi sembrava tutto bellissimo, illuminato da una luce diversa, da un?angolazione diversa, come se io cambiassi continuamente prospettiva e ad ogni cambiamento del mio punto di vista mi rendevo conto che cambiava la visione delle cose? il mio primo viaggio da sola, l?ho sognato per anni, e mi è caduto addosso quando non credevo potesse arrivare.
In una Madrid che sentivo straniera e invece ha toccato in fondo la mai anima. Credevo che un viaggio da sola mi avrebbe portato innanzitutto ad percorso introspettivo, mi stupivo di come invece nei miei 3 giorni di percorso non vi era stata la minima riflessione sul mio mondo interiore.
Solo dopo mi sono resa conto? è stato un processo inverso? l?esterno che ho osservato con avidità mi è entrato dentro, il percorso interiore non è stato partenze, ma arrivo e così in soli 3 giorni mi sono sentita diversa.
E? stata una delle cose più belle che abbia fatto nella mia vita? che si aggiunge a dei ricordi che custodisco come perle, come l?eruzione dello Stromboli di notte dalla barca sotto un manto di stelle, come la spiaggia deserta di Cuba in cui mio fratello mi fece la sorpresa di farmi trovare un complessino che suonava ed una tavola con un?aragosta enorme, come la restituzione al mio Baudelaire di ciò che era suo e per anni mi ha accompagnata, sulla sua tomba si è consumato il mio sogno parigino e forse dopo una così grande emozione un altro sogno non l?ho più? e così è arrivata la mia Madrid.
Uscita dalla fermata della metro che mi portava in albergo, i pori della mia pelle si sono subito dilatati, ho inspirato e mi è sembrato che tutta l?aria del mondo potesse entrarmi nei pomoni, la strada era bellissima, negozietti antichi, un mercatino rionale, un sole bellissimo in un sonnecchiante sabato pomeriggio, l?hostal era ciò di quanto più affine al mio momento potessi avere, piccolo, accogliente al secondo piano di un palazzo di Calle Atocha, sembrava quasi un appartamento spagnolo?
Entro camera, doccia e via? direzione? Santiago Bernabeu! Alle 22,00 si disputava Real Madrid vs Valencia essere partita da Napoli per vedere la partita non è uno scherzo!!!
In metro salgono i primi tifosi, subito scatta l?empatia, si chiacchiera tra spagnolo e italiano, impazziscono all?idea che sia partita da sola da Napoli per vedere il Real e così mi adottano!
Prima mi accompagnano a comprare il biglietto, e poi mi fanno vivere con loro il pre partita, troppo carini e carnali, mi offrono da bere, mi comprano un panino, sono diventata la loro mascotte!!
Miguel e gli altri non lo sanno ma hanno contribuito alla mia leggenda personale?
Non vi dico l?emozione di entrare al Santiago Bernabeu? non credevo fosse possibile che io stessi là e col mio posto quasi sul campo, anzi proprio sul campo e il Real mi ha ripagata vincendo 2 a 1!!!
Stadio stracolmo, gremito, ma chissà perché il posto accanto a me è vuoto, vi poggio borsa e giubbino?
Non basterebbe un post per descrivervi tutto? dico solo che è stato mondiale!
La domenica appena svegliata è sono andata in un bar di Plaza Mayor a fare colazione, ho scelto un tavolino nell?angolo e da là sono diventata spettatrice di una Madrid che pian piano si svegliava, se avessi potuto sarei diventata volentieri invisibile per poter osservare indisturbata e senza essere vista, ho scoperto che viaggiando da soli non si ?vede? ma si ?osserva?, si da un senso maggiore a tutto?il mio giro è continuato al mercato del Rastro tra colorate bancarelle, poi senza meta tra vicoletti e stradine, non avevo una meta, vagavo in una città che mi stava rapendo.
Plaza de Santa Ana era diventata per me una sorta di ossessione, mi allontanavo, ma dovevo necessariamente ritornare là, ci sono tornata 3 o 4 volte nello stesso giorno? ho pranzato in una splendida taberna di Sol ?La fatiga del querer? tra pareti maiolicate e tavolacci di legno, tra sguardi di curiosi e sorrisini ammiccanti.
Ormai era l?ora ?x? stava per iniziare la milonga di Sol? mi reco alla milonga un po? intimidita ed emozionata, era la prima volta che ballavo tango in una città straniera? è stato bello, e con simpatia ricorderò sempre Santiago, madrileno over 50 con una figlia che studia architettura a Firenze, che voleva ballare con me di continuo e se mi fermavo quasi si dispiaceva!!
Uscita dalla milonga verso le 21 ho fatto un tratto a piedi e poi ho preso al metro per raggiungere la milonga serale dall?altra parte della città El convertillo, mentre guardavo sulla mappa si avvicina Maximo che con fare deciso dice di seguirlo perché anche lui sta andando a El Convertillo, Maximo mi aveva già notata nell?altra milonga, avrebbe voluto invitarmi a ballare, ma Santiago non mi mollava un attimo!!
Maximo è nato a Buenos Aires, da ragazzo ha vissuto 2 anni in Italia da hippye, poi si è trasferito a Madrid, è una persona gentile, attenta, intelligente, è un uomo che ha vissuto e sembra aver ancora tantissime cose da voler fare, mi nasconde la sua età, non vuole rivelarmela, ma credo fosse sui 60, mentre balliamo insieme un meraviglioso tango, mi chiedo come sarebbe innamorarmi a Madrid di un uomo che ha il doppio della mia età?
Ormai la mezzanotte è passata e io da brava Cenerentola sento i rintocchi che mi invitano ad andar via? oltre a sentire i languori del mio stomaco che mi ricorda che non avevo cenato!!!
Maximo si offre di accompagnarmi, ma per nulla al mondo mi sarei privata del gusto di tornare da sola in una città che non fosse Napoli, così declino l?invito gentilmente, Maximo mi dice che sono stata una splendida apparizione e non mi dimenticherà mai, anche io so che non lo dimenticherò mai, Maximo è un pezzetto del mio viaggio.
Torno a Sol e mi fermo in una locanda, soddisfatta ordino paiella e birra e come Amelie nel suo mondo, anche io mi perdo nel mio mondo, all?improvviso un tipo mi tira il piatto, poi prende il mio bicchiere di birra, se li porta via, lo seguo con lo sguardo, poggia le mie cose sul tavolo di fronte e mi fa segno di avvicinarmi, e così la mia cena continua a tavola con 5 ragazzi di Liverpool!!!
Tante risate, qualche scambio di opinione calcistica, si parla un misto di inglese, spagnolo, francese, comunichiamo alla meglio tutti padroni di nessuna lingua!!
Mi chiedono perché da sola a Madrid, sorrido e spiego loro in un inglese stentato che le mie amiche mi hanno scritto sulla guida di Madrid che ?quando desideri veramente qualcosa, l?universo intero cospira in tuo favore? spiego loro che tutto questo faceva parte di un piccolo puzzle, quello della mia leggenda personale, cala il silenzio? mi guardano e poi uno di loro dice che questa è una cosa molto bella, sorrido, lo penso anche io?
Jack mi guarda di continuo, è il più piccolo, ha solo 22 anni è a Madrid per l?Erasmus, è tenerissimo? sono quasi le 3 e sono stanca, il mio hostal è a 30 metri, Jack mi chiede di accompagnarmi, questa volta non ce la faccio a dire no, tutta quella tenerezza mi ha disarmata, Jack mi accompagna sotto casa e ci scambiamo le mail, entro nel portone e lui è lì che mi saluta con al mano? Jack anche lui ha contribuito alla cospirazione dell?universo?
Terzo giorno Museo Reina Sofia? emozionata mi metto in fila, se aveste sentito il mio cuore sembrava una locomotiva, stavo per vedere la Guernica, il Grande Masturbatore e molte altre opere meravigliose, sono sempre emozionata quando so che sto per scrutare e vivere ciò che vedo solo nei libri, leggo sui giornali? mi aggiro tra le sale, sognante, mi sento una fortunata, mentre fuori il mondo cammina, io sono là assorta e imbevuta d?arte fino al midollo? ad un tratto quello che accade non mi sembra vero? di fronte a me c?è quel quadro, quel quadro di Dalì ?Muchaca en la ventana?? ne avevo visto una riproduzione in costa azzurra nel 1995 e ne rimasi così colpita che il mio fidanzatino dell?epoca mi regalò la maglia con la stampa di quel quadro, è poi strano? mio fratello lo stesso anno torna da un viaggio e senza sapere nulla mi porta un ferma capelli con su sopra l?immagine ancora di quella donna del quadro?starne coincidenze! Quella donna che nel 1995 sentii essere io? quella donna alla finestra, di spalle, ma che osservava tutto? quella donna in attesa? ero io nel 1995 e mi ero ritrovata a Madrid nel 2007 quando non avevo idea che il Reina Sofia mi riservasse tale sorpresa? fisso il quadro e inizio a piangere.
Il cerchio si è chiuso? tutto ha un senso? volo in aeroporto senza rendermene conto sono già a Napoli, casa, sospiro, certa che un?altra fondamentale tessera del mio puzzle è stata aggiunta, accendo il pc, trovo mail di Miguel, Maximo e Jack? dicono che non dimenticheranno quella donna da sola a Madrid anche io non li dimenticherò?

Berlino… meglio tardi che mai!!!

25 Aprile 2007 12 commenti


Insomma da brave “sfrantummate” quali siamo, nessuna di noi ha scritto il post su Berlino!!! Allora per evitare che Madrid scavalchi Berlino, questo è un post-cazziata diretto a tutte noi!!!
Facciamo così… possiamo ancora recuperare…metto solo la foto e ognuna di noi lascia nei commenti qualcosa su Berlino… e così come un puzzle Berlino è servita e il nostro blog vive!!

Ottavio Bianchi che mister!

24 Marzo 2007 53 commenti


Bhè…scusate…lo so che dovevamo uscire con il post sul viaggio a Berlino, ma il fuori programma è dovuto!!! Come Wilde nemmeno noi resistiamo alle tentazioni e come napulegne veraci riteniamo che le regole siano fatte per essere infrante e quindi la fredda Germania viene battuta sul tempo da uno spumeggiante post su Ottavio Bianchi!!!
Che mister!!! Va bè parto dall’inizio: ieri sono andata alla mostra d’oltermare dove per 4 giorni c’è la manifestazione “la testa nel pallone” (titolo che mi si addice assai!!) il mio intento era vedere Antonio Careca, gran giocatore del Napoli d’oro, ma Careca tardava e così mi sono persa tra partite a biliardino (dove ho miseramente sconfitto Fabio!!) e calci al pallone di spugna per centrare i fori da 25 punti…ma ecco che vedo passare lui: Ottavio Bianchi!
In un attimo la mia mente è volata a quei magnifici anni… che ricordi fantastici! Il Napoli che vinceva per 3 a 1 con la Juventus a Torino, il Napoli di Diego, Careca, Giordano (MA.GI.CA.!!!), il Napoli di mister Bianchi, che non sorrideva mai, ma lavorava sodo con serietà e impegno!
E quei giocatori che erano atleti, sportivi e non star o divi!
Bianchi non è cambiato, Salvatore Biazzo lo ha intervistato per oltre 1 ora, e io sono rimasta là iponotizzata ad ascoltarlo, Bianchi sempre schivo ai complimenti ieri, come allora… quasi infastidito all’idea di prendersi dei meriti, ha detto una cosa che mi ha colpita molto, la riporto qui di seguito quanto più fedelmente mi sia possibile:

“Ho avuto la fortuna di allenare alcuni tra i più grandi giocatori di tutti i tempi, quello che vedevo io non erano solo le partite, io ovviamente vedevo anche gli allenamenti, e proprio durante quelli ho visto fare cose a Careca e a Maradona che non dimenticherò mai, era uno spettacolo guardarli, da mister non potevo far vedere quanto mi entusiasmassi, ma pensate che a volte voltavo loro le spalle e applaudivo da solo!”

E’ stato gentile quando mi sono avvicinata per chiedergli una foto insieme, e contariamente al suo solito ha sorriso anche tanto…
Avrei voluto ringraziarlo per tutte quelle belle domeniche che mi ha regalato da bambina, ma gli ho solo detto che nel vederlo mi ha fatto rivivere dei ricordi bellissimi…
Ottavio Bianchi: un grande professionista ed un uomo umile, intelligente e modesto, grazie mister, grazie soprattutto di questo.

31… salvi tutti??? Salva la squadra delle 11 fortissimi!!!

27 Febbraio 2007 36 commenti


Eh si siamo arrivati a 31, devo dire che è proprio una bella età! Mi sono guardata indietro, accanto, e ho guardato avanti e insomma tutto quello che ho visto mi piace. Credo che la felicità non sempre sia un attimo passeggero, a volte è pure il risultato di qualcosa che si costruisce con tempo, impegno, sacrificio, essere soddisfatte nella propria vita credo sia un traguardo importantissimo e a questo si è aggiunta una serenità insperata, non credevo di poter essere così? A 31 anni riesco a sorridere e a non litigare più con mia madre quando mi dice che senza un uomo la mia vita è vuota!!!La sera del mio compleanno e anche nei giorni precedenti guardavo le mie amiche, vi assicuro che non è facile essere amica loro, e non è facile essere amica mia, ma di una cosa sono certa, ci impegniamo tutte!!!
Siamo riuscite a costruire dei rapporti profondi, rapporti che si intrecciano, rapporti nei quali essere amica di una rappresenta il pass per riuscire ad essere anche amica dell?amica? del resto se io stimo Tizio e Tizio è amico di Caio, vorrà dire che Caio deve avere necessariamente qualcosa di buono?
Nonostante intrecci e rapporti di ?affiliazione? ciascuna di noi mantiene i suoi rapporti personali anche in maniera riservata ed esclusiva e quindi ciascuna sceglie cosa dire e a chi, ci sono i racconti che si fanno a tutte, vedi invio del diddle sotto la pioggia via mms che è valsa la bruciatura di un candidato!!! ; ) o chi è stata suo malgrado costretta a giocare ad ?1, 2, 3 stella!!!!? : )
Ma ci sono cose di cui si parla solo con una o con nessuno.
Sono sempre più convinta che i rapporti tra donne sono difficili e quelli sinceri sono rari, eppure tra noi si è verificata una situazione anomala, un gruppo di donne unito, forse la chiave di questo rapporto in cui non ho mai e sottolineo mai avvertito la minima invidia, competizione o gelosia, è nel fatto che abbiamo un rapporto molto maschile tra noi, con spirito cameratismo, capacità di scindere quando è importante esserci e quando se ne può fare a meno, ciascuna con una vita propria non legata a quella di nessun altra, ognuna ha i suoi spazi e ogni volta che ci vediamo è perché abbiamo voglia di trascorrere del tempo insieme, ci sono le single, le fidanzate, quelle con qualche posteggia che va e viene, insomma uomini che ruotano come satelliti attorno all?universo di noi donne, un universo che mi piace!
E? alle mie amiche che voglio dire grazie al compimento dei miei 31 anni e non solo perché mi hanno spedita a Madrid o mi hanno regalato un piumino fantastico!!! E? come giocare a nascondino col mondo intero, ho corso a destra e a sinistra, tra folla, gente, tra tanti volti, tra amiche che sono andate e venute, meteore passate, o colonne portanti, ecco i miei 31 anni sono un po? quando a nascondino tocchi la tana e gridi ?31 salvi tutti!? Io grido ?31 salve solo le mie amiche!!!?
GRAZIE A TUTTA LA SQUADRA:
Alla poppante con la quale divido la scrivania per 8 ore al giorno (quindi mi deve sopportare più di tutte!! ) perché anche se non condividiamo interessi o spazi liberi in comune, so che ?la poppante c?è. E? un punto fermo!? e ogni giorno la sto vedendo crescere e diventare sempre più qualcosa che assomigli ad una donna e non sa quanto questo mi emozioni!
A Monica perchè si è fidata ed affidata? e ora guardando lei io so che i miracoli esistono e che la vita è imprevedibile e per questo meravigliosa?
A Marida perchè ha sempre un entusiasmo enorme e anche se ormai è mamma resta sempre la mia grande compagna di viaggio di Cuba 2003…
A Lauletta perché scatta se sente chiunque parlare di noi, e diventa un piccolo pitt bull! A lei infastidisce anche solo che qualcuno pronunci il nome delle sue amiche, e un tale istinto protettivo si può avere solo verso chi si vuole bene e si sente come prezioso.. anche se io non reagisco allo stesso modo, sappi che sono ?dietro?di te e vale anche per me il ?guai a chi ti tocca?.
A Chanty che benché non riesca a superare il muro dell?immobilità che la avvolge, ha piantato i piedi a terra decisa ad essere accettata per come è a qualunque prezzo, a lei auguro di tornare presto a prendere le redini della sua vita e nello stesso tempo la ringrazio per l?attaccamento che dimostra!
Alla polacca perché quando penso a lei già rido e mi riporta ad una dei periodi più spensierati della mia vita, anche se ci vediamo poco, so che le sue amiche siamo sempre noi e ogni volta che la sento o la vedo è come se l?avessi salutata dieci minuti prima!
A Dudi perché riesce sempre ad andare oltre, ad arrivare alle stesse conclusioni senza dover effettuare un racconto, perché più di tutte ha la capacità di prendere sempre la vita come viene.. e quando l?affronti con questa filosofia non può che venirti bene!!
A Bridget perché è lontana solo fisicamente, ma l?ho sempre sentita vicina, Bridget nella mia vita c?è! Non è mai stata la mia amica delle vacanza, ma la mia amica e infatti ogni occasione in cui stiamo tutte insieme diventa elemento integrante!!!
A Carogna perché insieme abbiamo la fortuna di riprodurre il rapporto di 2 sorelle, osservando divertite le nostre madri, facendo considerazioni sul fatto che noi 2 siamo spacciate, ma nello stesso tempo consapevoli che siamo solo donne diverse, ma saremmo madri e mogli simili a loro? in attesa sempre di quella cena di Natale in cui a tavola sedute tra mariti e figli ci guarderemo negli occhi e rideremo pensando a tutto quello che abbiamo combinato?
A Claudietta perché ha fatto di un?amicizia uno stile di vita, perché ha creato un equilibrio tra i suoi affetti e la sua vita, perché è sempre la mia amica al di là dello status sentimentale? e perché anche se non ce lo siamo mai dette siamo tasselli indispensabili delle nostre reciproche felicità.

Buon compleanno a me e in bocca al lupo allo squadrone!!! ; )

Epo…poesia in musica!!!

20 Febbraio 2007 10 commenti


Non servono parole…bisogna solo ascoltare e lasciarsi andare.

Se tradirmi ti fa sentire così allora fallo!

4 Febbraio 2007 53 commenti


Sporco

Ti prego continua
a disegnare con la lingua
il tuo nome
il sangue si ferma
e le tue gambe
hanno un nuovo sapore
io chiudo gli occhi
solo per poterti guardare

e mi fa sentire sporco
peggiore di quello che sono
ogni singolo momento
sembra implodere da quando
ti sono dentro
le tue gambe
hanno un nuovo sapore
ogni singolo momento
sembra implodere da quando
mi sento sporco

ti prego continua
a disegnare con la lingua
il tuo nome
il corpo si ferma
trattengo il fiato
e ne conservo l’odore
la tua mente ora
ha un nuovo padrone

e mi fa sentire sporco
peggiore di quello che sono
ogni singolo momento
sembra implodere da quando
ti sono dentro
le tue gambe
hanno un nuovo sapore
ogni singolo momento
sembra implodere da quando
mi sento sporco


Riferimenti: epo

EPO "Silenzio assenso"… chi scommette con noi?

24 Gennaio 2007 52 commenti


Ci sono post ai quali tengo particolarmente, questo è uno di quelli… lo spazio di un post è uno spazio ristretto tra le limitazioni della scrittura che a volte mal si presta a tradurre l’immagine astratta delle idee, e il tempo che il lettore dedica alla sua lettura, siamo sempre tutti di fretta, passiamo a salutare gli amici, ma non abbiamo il tempo di ascoltare cosa hanno da dirci. In un post non posso esprimere tutto il mio dissenso per quello che non mi piace, nè mi va di farlo, non voglio puntualizzare quali siano le conseguenze della globalizzazione, quelle più subdole, le più recondite e quindi le più pericolose, perchè non ne ho la lucidità necessaria, nè la competenza, chissà perchè mi ronza in testa Neruda… muore lentamente chi non rischia… chi non ascolta musica… bhè non vorrei scomodare un personaggione tanto illustre, io mi muovo ad un livello molto più “terra terra” diciamo a Napoli, io vorrei solo lanciare un sassolino e stare lì a guardare le onde che si diramano dal punto in cui il mio sassolino tocca l’acqua… ma cosa vorrà Maruzz oggi?
C’è un gruppo di bravi musicisti, si chiama EPO, il 2 febbraio uscirà il loro secondo cd “Silenzio assenso”, se vi dicessi che le canzoni sono bellissime vi mentirei, perchè sono sotto esclusiva fino all’uscita e allora non ne ho potuta ascoltare nemmeno una, ma posso dirvi che il loro primo cd “Il mattino ha l’oro in bocca” era veramente bellissimo… leggete questo testo:

Eritropoietina

Ieri ti ho visto lasciare qualcosa nel fango
Spogliavi con gli occhi il fiore che ti porti accanto
Nasconderlo in fondo in un campo di nuove ragioni
Beh, gli angoli sono più stretti
di quello che tu possa mai immaginare.

Ieri ti ho visto cercare qualcosa nel pianto
Nutrire con gli occhi il mondo che ti porti accanto
Vuotare la testa con tutte le buone intenzioni
I sensi di colpa sono sempre più grandi di quanto tu possa volere.

Come vedi, sono ancora in piedi.

Ora sei qui, ora è chiaro, ora vedo avanti a me.
Con tutto il male necessario, ma io non ho paura
No, non ho più paura di te.

Ieri ti ho visto sposato al sorriso più bianco
Nascondere al mondo la spina che porti nel fianco
I tagli che hai fatto nessuno li può cancellare
Il resto dei giorni che vivi non sembrano essere poi necessari.

Come vedi, sono ancora in piedi.

Ora sei qui, ora è chiaro, ora vedo avanti a me.
Con tutto il male necessario, ma io non ho paura
No, non ho più paura di te.

Ora mi piacerebbe che ci fosse qualcuno, anche solo uno, che leggendo questo post, abbia sentito la spinta di scommetere su un prodotto che non sia la pappina preparata per noi dalle case discografiche, che non sia il cibo che si da al gregge, siamo tutti pronti a sentirci “diversi”, “menti pensanti”, “cervelli attivi” però poi nei fatti quando cambiamo davvero il corso degli eventi? Quando lasciamo il sentiero battuto per avventurarci in viottoli sconosciuti?
Quando riusciamo ad essere spugne verso suggerimenti validi ma che la regia che ci pilota non appoggia?
C’è un gruppo che vale… lo ascoltiamo? O continuiamo a dover ascoltare Gigi D’Alessio, guardandoci in faccia per capire a chi piace e come sia possibile???
Se uno di voi scommette con noi e compra il disco degli EPO io sarò felice, come sarò felice se mi consiglierete un libro, una canzone, un dipinto o qualunque cosa, di un autore bravo, ma non famoso, bravo ma non raccomandato, bravo ma che non ha sempre e solo abbassato la testa per i soldi… scusate mica è poco???
Allora? Chi scommette con noi?
Vi lasciamo il loro sito, magari vi va di conoscerli un po’…
Riferimenti: EPO